Terrasini

Piazza Duomo
Palazzo d'Aumale
Torre di Caporama
IClub Terrasini
IClub Terrasini

Il Centro della cittadina è la Piazza Duomo, ampio spazio urbanistico rettangolare, con sullo sfondo il maestoso duomo dedicato a Maria Santissima delle Grazie, patrona dei terrasinesi. Di fianco al duomo vi è un piccolo polmone verde, la villa San Giuseppe, che ospita sovente una mostra mercato dell'artigianato terrasinese.

Palazzo Cataldi
Il palazzo è sede della Biblioteca Comunale "Claudio Catalfio", in via Benedetto Saputo, e il settecentesco Castello dei principi La Grua Talamanca, oggi palazzo municipale, in piazza Borsellino e Falcone, edificio oggi rimaneggiato. 

Il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale si trova al centro dI Piazza Falcone e Borsellino in posizione antistante il Municipio, dono dei Terrasinesi residenti a Detroit, raffigurante un cippo quadrangolare in marmo che reca incisi i nomi dei terrasinesi caduti nelle due grandi guerre del secolo scorso. Il cippo è sormontato da una figura alata, probabilmente una sorta di Nike, dea della vittoria, con in mano una corona d'alloro.

Palazzo D'Aumale  dal 1984 è sede del Museo Civico, il museo nacque dall'unione del Museo storico-etnografico del carretto siciliano "S. Ventimiglia"  fondato nel 1973 grazie all'impegno del professore Salvatore Ventimiglia con il Museo civico di storia naturale  aperto nel 1981. Il museo è composto da tre diverse aree tematiche, quella Etnografica, quella Naturalistica e quella Archeologica.

Villa Fassini si trova nelle verdi periferie, tra macchie di uliveti, limoneti ed aranceti, si trovano alcuni edifici degni di menzione. Prima fra tutti, Villa Fassini, in stile liberty attribuito al grande architetto Ernesto Basile. La villa, appartenuta alla potente famiglia siciliana dei Florio. in contrada Bagliuso, si trovano il seicentesco Castello di Gazzara, appartenuto alla potente baronia locale e la caratteristica senia, strumento impiegato per l'irrigazione agricola sin dal periodo arabo, espressione della locale cultura contadina.

Torre di Capo Rama è il manufatto più antico esistente nel territorio comunale di Terrasini. La torre domina l'omonimo promontorio, ricadente in zona A della Riserva Naturale Orientata Capo Rama. Costruita nel XV secolo per avvistare le imbarcazioni pirata e segnalarne la presenza attraverso i fani. e risulta inserita in tutti gli elenchi ufficiali delle torri che costituivano il complesso e articolato sistema di avvistamento costiero Torri costiere della Sicilia. Le antiche e maestose Torri d'avvistamento (Torre Alba, Torre di Capo Rama, Torre Toleda o Torre Paternella, Torre di Contrada San Cataldo), servivano ad avvertire in tempo la popolazione del villaggio degli attacchi dei temibili pirati o dei ancor più temuti Saraceni. Il sistema di avvistamento, ingegnoso, prevedeva la collocazione di una torre di avvistamento ad ogni promontorio strategico del territorio, mantenendo sempre la comunicazione visiva fra una torre e l'altra, in modo tale che, in caso di emergenza, le segnalazioni luminose da una torre all'altra si trasmettessero molto velocemente in tutto il territorio. La Torre di Capo Rama faceva parte delle 11 torri controllate dal Senato della Città di Palermo, di cui rappresentava anche la più occidentale.

smalldown
carrettu
carrettu2
tempiu
tempiu2
mungibeddu
mungibeddu2